Carlo Fusca

Carlo Fusca

 

1984 Si trasferisce a Roma nello studio in via dei Giornalisti dove elabora e approfondisce le tematiche della pittura concettuale.

1985 Enrico Crispolti  presenta nel Centro Di Sarro a Roma una rassegna di opere di Carlo Fusca dal titolo” Un’immagine dannata” e a Siena nella Fortezza Medicea nella mostra“Una nuovissima generazione nell’arte italiana” .

1987 A  Napoli nella rassegna d’arte “ Rizoma ,radici nel contemporaneo “img-carlo-fusca-accademia-delle-belle-arti-bari-myperception-arte-nei-cinque-sensi

Luigi Paolo Finizio presenta gli ultimi esisiti della pittura di Fusca connotata da forti accenni neoespressionisti che preludono al suo ritorno figurativo . Catalogo ed. Mazzotta ,Milano.

1988 Con Matteo Masiello, Leo Morelli e Mario Colonna fonda il primo movimento di pittura in Puglia che avrà sviluppi di rilievo nazionale e internazionale “ De Apula pictura e Nuova Maniera” con testi critici  di Gaetano Mongelli (Ed.Adda Bari)

1989 Con la mostra “La nuova Maniera Italiana “ a cura di Giuseppe Gatt e Rossana Bossaglia che si tiene a Bari nell’ex monastero di S.Scolastica ,

nasce La Nuova Maniera Italiana  che avrà sviluppi di rilievo nazionale e internazionale.

1990 In occasione della festa della repubblica  il 2 giugno a Roma , in alternativa alla parata militare, si tiene nel museo del Vittoriano una grande rassegna d’arte dal titolo “ Difesa ad Arte “ a cura di Giuseppe Gatt , la sezione principale della mostra è dedicata agli artisti della Nuova Maniera Italiana ,l’opera di Carlo Fusca “ Nella notte dei templari “ diventa il simbolo della mostra,riprodotta sulla copertina del catalogo (Ed.Laterza) e sui manifesti , viene acquisita nella collezione dello Stato Maggiore della Difesa.1998988-1-carlo-fusca-1

1991 Tiene una mostra personale nella Galleria Corso D’opera a Bari dal titolo “Oltre le avanguardie La Nuova Maniera Italiana “ con testo in catalogo di Vincenzo Pugliese. Vince il premio acquisto  G.B.Salvi per la Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Sassoferrato (AN). Carlo Fusca si trasferisce a Milano dove dipinge nature morte e paesaggi .

1992 Nella Galleria Pancheri di Rovereto si tiene una mostra delle opere più recenti di Carlo Fusca con testo critico di Rossana Bossaglia “ L’antico come Metafora “ Cat.ed. Camille Fournet  Paris .

1993 Dopo un soggiorno a Parigi Carlo Fusca torna in Puglia per la mostra presso Lorusso Arte di Andria “l’Antico come metafora”con la presentazione di Raffaele Nigro. Tutte le opere di quel periodo entrano a far parte della collezione della galleria .

1994 Si tiene a Bari presso Villa Romanazzi Carducci una grande rassegna delle opere  di Carlo Fusca “il Mito il Mare gli Eroi “ con dipinti ispirati dai poemi omerici, presentati in catalogo(Ed.F.lli Laterza) da un testo critico di Santa Fizzarotti Selvaggi.

1995 Nel Centenario della Biennale di Venezia ,negli Antichi granai della Giudecca viene presentata la Rassegna Internazionale d’Arte “La Nuova Europa” a cura di Carmelo Strano e Genny Dibert per l’occasione Carlo Fusca è invitato a partecipare con 3 opere di grandi dimensioni.

 

 

1carlo_fusca996 Partecipa alla XXIII Rassegna Internazionale d’Arte di Sulmona

a cura di Floriano De Santi e Carlo Fabrizio Carli .         Promuove e organizza il movimento artistico “ Contemporanea documenta delle Arti “ a Bari ,dove partecipa alla mostra “ Paesaggio Interiore “ a cura di M . Bignardi

1997 Partecipa alla rassegna “Trame del disegno italiano contemporaneo” nella galleria Dedalos di S. Severo (FG) a cura di M . Bignardi .

Partecipa alla XVI edizione della Rassegna Internazionale d’Arte Sacra nel Castello Piccolomini di Celano (AQ) a cura di Carlo F.Carli e F. De Santi

Partecipa alla mostra itinerante tra le città di Molfetta ,Milano, Roma e Tirana  “Radio Tirana Fax “ a cura di Gaetano Grillo.

Partecipa alla Terza  edizione della Biennale Internazionale d’Arte di Cetinjie(Montenegro) a cura di Pontus Hulten, nella sezione italiana curata da Marilena Bonomo .Fa parte della commissione cultura della Regione Puglia.

1998 Partecipa alla XLVIII Rassegna Internazionale d’arte G.B.Salvi a Sassoferrato(AN) nella sezione “Arte Iconica “ a cura di Armando Ginesi .

Come direttore Artistico della Galleria Nuova Vernice di Bari promuove una serie di mostre dal titolo “Aspetti della pittura in Puglia “

Progetta e coordina per il Comune di Bari la Rassegna  ART&MAGGIO

Dove partecipa nella sezione curata da Marilena Bonomo “Classico e Anticlassico”.

1999 Partecipa alla mostra”Paesaggi Italiani “ a cura di Valerio Dehò nella galleria Il Milione di Milano .

Progetta e coordina la seconda edizione di ART&MAGGIO per il comune di Bari.

hqdefault2000 Partecipa alla mostra “ Italienische Landschaften “ a cura di Valerio Dehò ,nell’Istituto di Cultura Italiana di Colonia ( Germania).

Conclude un ciclo di decorazioni e dipinti murali nello studio Tarantini a Trani(BA).

2001 Presenta nella Galleria Bonomo di Bari un ciclo di dipinti dedicati al paesaggio a cura di Marilena Bonomo Cat .ed. Adda .

2002  Espone una sua opera scenografica tra le rovine del Teatro Petruzzelli  a Bari per la giornata del FAI .

Si trasferisce a Milano nello studio di viale Isonzo 24 dove risiederà per alcuni anni.

2003 Partecipa alla mostra d’Arte Sacra dedicata a S.Giuseppe da Copertino nel Castello di Copertino (LE) a cura di M.Apa, A.Ginesi, T.Carpentieri.

Presenta nella Galleria Arte&Immagine a Bari una mostra scenografica “Romantico è contemporaneo “ con testo in catalogo di Valerio Dehò .

2004 Tiene una mostra nel Palazzo Comunale di Noci(BA) dal titolo”Ad armi pari “ a cura di Giancarlo Chielli .

Partecipa alla terza Triennale d’Arte Sacra nel Seminario Arcivescovile di Lecce a cura di Toti Carpentieri.

 

img724 img722

fusca